Seleziona una pagina

Un primo stanziamento di 1 milione e 800 mila euro messi a disposizione dalla Regione per rispondere alle criticità più gravi aperte dalle piogge intense che hanno colpito l’Emilia-Romagna nel mese di maggio. È la risposta della Giunta regionale, che ha deliberato ieri gli stanziamenti, alle conseguenze delle precipitazioni eccezionali che in più ondate hanno colpito il territorio da Piacenza a Rimini. Quattro gli episodi straordinari di maltempo registrati a maggio – il 5 e 6, il 12, 13 e 14, il 20 e 21, il 28 – che hanno interessato l’Emilia-Romagna con piogge intense, raffiche di vento, neve in Appennino, per la prima volta in questa stagione dall’avvio delle rilevazioni, nel 1950, piene dei corsi d’acqua e mareggiate.

Nel dettaglio, sono sei gli interventi previsti nel parmense (419mila euro): la quota maggiore – oltre 150 mila euro – sarà destinata alla sistemazione della viabilità con la messa in sicurezza della viabilità comunale lungo la Saliceto – Monticello e la strada comunale di San Michele Cavana in località Nespolo, nel comune di Lesignano de’ Bagni (134mila) e, a Berceto, della strada in località Case Bontempi (20mila). Per la sistemazione di difese spondali danneggiate saranno investiti 70mila euro sul rio Lucconi in comune di Corniglio (50mila) e a Sala Baganza, in sponda sinistra del torrente Baganza (20mila). A Corniglio sono finanziate anche verifiche e sondaggi necessari a progettare l’intervento di messa in sicurezza dell’abitato di Agna (20mila).
Con altri 25mila euro, a Langhirano prosegue la sistemazione delle briglie selettive e la pulizia dell’alveo del Rio Scalia.